Mercoledì, 15 Marzo 2017 00:00

ENCI: I numeri del Derby

Scritto da 

A una settimana dal Derby inglesi ecco alcuni numeri, estrapolati dal catalogo, che si prestano a varie valutazioni di approfondimento.

Non deve far cadere nella facile tentazione disfattista il numero leggermente inferiore di iscritti quest’anno (142 contro i 171 dello scorso anno), perché molto dipende dal periodo e dalla dislocazione della manifestazione di quest’anno, che comunque si è rivelata vincente da un punto di vista tecnico.

Le percentuali dei setter inglesi sono:

63% dei soggetti a catalogo, di cui l’11% al richiamo e il 4,5% in classifica

Le percentuali dei pointer sono:

36% dei soggetti a catalogo, di cui il 14% al richiamo, di cui un solo soggetto in classifica (2%), che però è andato sul gradino più alto del podio.

Nettamente inferiore invece la presenza di femmine, che l’anno scorso si attestava intorno al 50% e quest’anno scende al 30% circa, mentre benvenuti setter irlandesi (due) e gordon (uno).

Circa l’età dei partecipanti al Derby, esattamente la metà dei soggetti iscritti ha un’età inferiore ai due anni (che fino a qualche anno fa era il tetto limite), mentre l’altro 50% è tra i 24 e i 30 mesi.

Il soggetto più giovane al richiamo è Taibreak della Porpora (meritevole di CQN), di soli 16 mesi; mentre il più giovane in classifica è Pathos del Cevoli (ECC), di 17 mesi. Anche il vincitore è tra i più giovani iscritti: Hemingway del Maltempo è infatti nato il 25 settembre del 2015 e al momento della vittoria ha compiuto esattamente 18 mesi.

Tra i partecipanti spicca l’affisso Ambrofellis (che ha presentato sei figli di Cucca’s Rayban), ma l’allevamento che ha presentato il maggior numero di discendenti (guardando alla sola prima generazione, quindi figli diretti) è quello del Sargiadae con otto pointer (tre figli di Mosé, quattro di Ranger e uno di Rodeo, tutti protagonisti del Derby 2014) di cui due al richiamo, e di cui uno è risultato il vincitore.

Si son fatti notare anche tre figli di Bill della Steccaia: i fratelli Calliope e Caronte del Cangia presentati da Giacomo Cantoni, richiamati entrambi, e Alonso del Cangia presentato da Eugenio Borrello che ha meritato il CQN.

Anche l’allevamento di Val di Chiana ha presentato un buon numero di figli: in tutto sei, tra cui un figlio di Olaf, uno di Picasso, uno di Nosferatus, uno di Elfo e due di Natan (tra cui Sibux di Val di Chiana presentato da Leo Bischi, al richiamo).

Sei prodotti anche per l’allevamento Roval: due figli di Roval Giob (di cui uno al richiamo: Roval Emo), due di Roval Salvo e due di Roval Diva (di cui la terza classificata, Roval Claire).

Totale soggetti a catalogo: 142

Maschi: : 105

Femmine: 37

Setter inglesi: 90 (di cui richiamati 10 e classificati 4)

Setter gordon: 1(di cui nessuno al richiamo e nessuno in classifica)

Setter irlandesi: 2 (di cui nessuno al richiamo e nessuno in classifica)

Pointer: : 49 (di cui richiamati 7 e classificati 1, vincitore)

Soggetti con meno di due anni: 73

Affissi setter col maggior numero di rappresentanti

Ambrofellis: 10

Dell’Ad Montes: 3

Roval: 3

Della Vecchia Irlanda : 3

Affissi pointer col maggior numero di rappresentanti

Di Valeggio: 4

Del Cangia: 3

Della Cervara: 3

Riproduttori setter

Cucca’s Rayban : 6 figli

Radentis Caruso: 4 figli

Riproduttori pointer:

Orion di Valeggio: 6 figli

Rolan: 4 figli

Ranger del Sargiadae: 4 figli

Bill della Steccaia : 4 figli

Alex: 4 figli

 

Erica Recchia (www.enci.it)

Top
Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie. Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. More details…