Venerdì, 24 Novembre 2017 00:00

Arci Caccia e Libera Caccia Pistoia: basta con la caccia ai cacciatori nel Padule di Fucecchio

Scritto da 
Rate this item
(0 votes)

Nei giorni scorsi sono stati pubblicati, sui quotidiani locali, articoli che glorificano l’operato di un campo antibracconaggio messo in campo dal WWF nel cratere del Padule di Fucecchio. Niente abbiamo da obbiettare sulle attività di controllo, che vengono svolte con coscienza anche dalle guardie delle associazioni venatorie, attive 365 giorni l’anno e non soltanto in periodi spot. Quello che invece ci disturba molto è l’atteggiamento da processo mediatico che contraddistingue gli articoli apparsi sulla stampa. I cacciatori, non ci stancheremo mai di dirlo, sono tutti incensurati per obbligo e, fino a prova contraria, persone per bene, che vivono la natura appieno, gestendola e cogliendone i frutti. Per questo, non può che crearci irritazione scoprire che un’area come quella del Padule di Fucecchio, che da secoli viene plasmata e mantenuta grazie al lavoro di cacciatori, pescatori e agricoltori sia adesso minacciata dagli appostamenti fissi, che al contrario sono la più efficace difesa dell’area palustre contro l’interramento progressivo. Così come ci irrita la generalizzazione con cui vengono attribuiti a tutta la categoria uccisione di specie protette e uso di mezzi di caccia illeciti. Ma d’altra parte la fonte di questi articoli saranno sicuramente i comunicati stampa diffusi da estremisti animalisti come quelli che stanno organizzando questi campi e che, stando alle segnalazioni dei nostri associati, si distinguono per la maleducazione e gli intenti, non di controllo, ma di punizione a tutti i costi. Questo non è tollerabile verso una categoria che svolge un’attività lecita, autorizzata e rigidamente normata. Per questo invitiamo i cacciatori pistoiesi a segnalarci ogni comportamento scorretto o inappropriato e a denunciare immediatamente alle autorità preposte ogni violazione commessa da soggetti che sono comunque guardie volontarie, con i poteri e le prerogative delle guardie volontarie.

Read 440 times
Top
Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie. Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. More details…