Menu
RSS

facebooktwitteryoutubehuntingbook

Cacciando.com

Cacciando.com

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DDL ANIMALI: TARICCO (PD), ECCO EMENDAMENTI PER STRALCIARE NORME, TRA CUI DIVIETO ASSOLUTO ACCESSO AI FONDI

taricco1 Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa:

DDL ANIMALI: TARICCO (PD), ECCO EMENDAMENTI PER STRALCIARE NORME, TRA CUI DIVIETO ASSOLUTO ACCESSO AI FONDI

“Ho presentato emendamenti al testo del ddl dei senatori Perilli e Maiorino sulla tutela degli animali, in discussione in commissione Giustizia, sottoscritti da molti altri senatori dem. Pur ritenendo che quel testo meritoriamente persegua la finalità di introdurre riferimenti più cogenti e più stringenti e pene più severe agli illeciti nei confronti degli animali , soprattutto se effettuati con violenza e crudeltà, per contrastare introduzioni illegali e furti di animali e odiosissimi comportamenti quali l’abbandono e l’utilizzo per combattimenti e ad altre pratiche e comportamenti purtroppo non ancora eradicate, crediamo che alcune sue parti vadano cambiate. In particolare riteniamo che le modifiche proposte agli articoli 4 e 6 , in materia di caccia, pesca e acquacoltura siano da stralciare da questo provvedimento e vadano trattate dalle Commissioni di merito”. Lo dice il senatore Mino Taricco, capogruppo del Pd in Commissione Politiche agricole.
“Ancora più nel dettaglio – prosegue Taricco – si propone lo stralcio del comma 2 dell’articolo 6 che riguarda le problematiche connesse al contrasto al bracconaggio ittico in acque interne, visto che questa materia è oggetto di un apposito provvedimento già licenziato dal Senato ed attualmente al vaglio della Camera, o la sostituzione con un testo coerente con l’approfondito lavoro fatto nelle Commissioni di merito. E poi si chiede lo stralcio del riferimento e della abrogazione dell’articolo 842 del Codice civile, perché non è pensabile introdurre di fatto il superamento della caccia nel nostro ordinamento e introdurre un divieto assoluto di accesso ai fondi superando l’attuale quadro normativo, senza un’approfondita discussione nel merito e senza coinvolgere in questo approfondimento le Commissioni Agricoltura ed Ambiente. Si chiede che venga soppressa la abrogazione dell’articolo 19-ter delle disposizioni di coordinamento e transitorie per il codice penale, di cui al regio decreto 28 maggio1931, n.601, nel quale giustamente si rimandava ad uno specifico quadro normativo settori che hanno esigenza di regole puntuali quali quelli della caccia e della pesca, dell’allevamento e della macellazione che sono comunque ampiamente normati nel nostro paese e che in ogni caso se da modificare debbano vedere il pieno coinvolgimento delle Commissioni Agricoltura ed Ambiente. Una legge importante ma che deve essere sfrondata di norme che crediamo sbagliate e che in ogni caso affrontano materie che richiedono altro approfondimento e altra sede per essere affrontate”.

Roma, 2 dicembre 2020

 

Alleghiamo il testo degli emendamenti:

 

Cabina di Regia: positivo l’incontro con l’Assessore Saccardi

LOGO CABINA DI REGIA TOSCANAOggi pomeriggio le Associazioni aderenti alla Cabina di Regia, Arci Caccia, Enalcaccia, Italcaccia e Liberacaccia hanno incontrato l’Assessore Stefania Saccardi. Il colloquio è risultato estremamente cordiale e le Associazioni hanno ribadito la loro disponibilità alla collaborazione già manifestata all’Assessore e presentata nuovamente, questa volta direttamente in videoconferenza, la lista delle proprie richieste, scaturite dalle centinaia di mail e telefonate ricevute dai cacciatori. Su questi punti abbiamo riscontrato la disponibilità dell’Assessore e degli uffici, che hanno ribadito il loro impegno a lavorare per portare a casa questo risultato in concomitanza con il passaggio della Toscana in Zona Arancione. Ci sentiamo di poter ringraziare l’Assessore Saccardi per la disponibilità dimostrataci, nella speranza di poter comunicare al più presto buone notizie ai cacciatori toscani.

Arci Caccia Toscana, Enalcaccia Toscana, Italcaccia Toscana, Liberacaccia Toscana

Biathlon: Fiocchi è pronta per la nuova stagione

  • Pubblicato in Armi

Dorothea Wierer in pedana minDopo la chiusura anticipata della scorsa Coppa del Mondo a causa dell’emergenza sanitaria, la nuova stagione internazionale di biathlon è ai nastri di partenza. Fiocchi Munizioni sarà ancora una volta al fianco di Dorothea Wierer e della nazionale italiana per continuare a vincere. La casa di Lecco, infatti, continuerà la proficua collaborazione con la Federazione Italiana Sport Invernali e scenderà al poligono con gli atleti azzurri, che anche quest’anno potranno contare sulle performance della linea Biathlon: Exacta Winter, Official Winter e TT Winter.
“In bocca al lupo a tutta la nazionale italiana - dichiara il Presidente Stefano Fiocchi - Siamo orgogliosi di essere al fianco del biathlon azzurro con le nostre munizioni, studiate e testate per garantire precisione e affidabilità anche in condizioni climatiche molto difficili.
Insieme porteremo l’Italia a vincere nel mondo”.
Venendo al calendario della Coppa del Mondo, l’Executive Board della Federazione Internazionale di Biathlon (IBU) ha già apportato alcune modifiche per proteggere la sicurezza degli atleti e si riserva di apportarne altre nel corso dell’anno a seconda dell’evolversi della situazione sanitaria.
Ecco gli appuntamenti della stagione internazionale:
Dal 27 novembre al 6 dicembre: IBU World Cup a Kontiolahti (FIN)
Dla 7 al 20 dicembre: IBU World Cup a Hochfilzen (AUT)
Dal 4 al 17 gennaio: IBU World Cup a Oberhof (GER)
Dal 18 al 24 gennaio: IBU World Cup a Anterselva (ITA)
Dal 9 al 21 febbraio. IBU World Championship a Pokljuka (SLO)
Dal 1 al 14 marzo: IBU World Cup a Nove Mesto (CZE)
Dal 16 al 21 marzo: IBU World Cup a Oslo Holmenkollen (NOR)

Arci Caccia: Attenzione, senza allarmismi, sul disegno di legge di abolizione dell’842

arcicaccia logo co1Stiamo seguendo con attenzione la vicenda del disegno di legge n°1078, depositato in Senato nel giugno del 2019. Il testo firmato da numerosi senatori del Movimento 5 Stelle contiene provvedimenti che, qualora venissero approvati da entrambi i rami del parlamento, porrebbero in crisi non solo la caccia, ma anche la maggior parte delle pratiche di allevamento. Per questo abbiamo immediatamente segnalato la cosa alla Cabina di Regia, da cui attendiamo un pronunciamento unitario di tutte le Associazioni. Ci sentiamo comunque in dovere di tranquillizzare gli animi dei cacciatori. Pur trattandosi di un episodio grave, che non deve essere sottovalutato e che, purtroppo, ci da una chiara idea di quale sia il clima attorno al mondo venatorio, il pericolo dovrebbe essere minimo. Questo testo, dettato più dall’estremismo ideologico che da una qualsivoglia logica scientifica, non dovrebbe avrebbe i numeri per essere approvato e quindi è ragionevole ritenere che prenda la strada di moltissimi altri provvedimenti del genere che ogni giorno vengono presentati nelle aule e nelle commissioni parlamentari, ma che alla fine finiscono in qualche cassetto. Questo non perché in parlamento abbondino gli amici dei cacciatori, ma perché ancora la maggior parte del mondo politico, per fortuna, usa il ragionamento logico. Ovviamente manterremo l’allerta contro provvedimenti di questo tipo. Pensiamo che da questo episodio il mondo venatorio debba trarre un solo utile insegnamento. Le risposte a minacce importanti devono arrivare in modo unitario, senza particolarismi o fughe in avanti. Solo così potremo dare prova di quella vera forza che ci servirà per difendere il mondo venatorio.

Piergiorgio Fassini

Cabina di Regia Toscana: Assessore Saccardi proprio non ci siamo, ci vuole dialogo

LOGO CABINA DI REGIA TOSCANAAbbiamo letto con un certo fastidio il comunicato di un’associazione non riconosciuta che oggi sostiene di aver incontrato l’Assessore alla Caccia Stefania Saccardi. Le nostre Associazioni Arci Caccia, Enalcaccia, Italcaccia e Liberacaccia, ovviamente non si riconoscono in quanto emerso durante questo incontro, a noi non basta che al ritorno in zona arancione si possa esercitare l’attività venatoria nell’ATC di residenza. Molti cacciatori non potrebbero comunque raggiungere i propri appostamenti, i terreni preferiti di caccia, la propria squadra, il distretto di selezione e tutti gli ATC per cui, comunque, hanno pagato. Noi, avevamo chiesto, infatti, in tempi non sospetti, la possibilità di raggiungere anche il distretto di gestione degli ungulati, il proprio appostamento o la propria AFV o ATV. Adesso ci rifacciamo a quanto scritto al Presidente Giani dalla Cabina di Regia Nazionale, struttura dove si confrontano e collaborano tutte le Associazioni Venatorie, sintetizzando le posizioni ed uscendo con una sola voce. In questa lettera, che alleghiamo, inviata dalla Cabina di Regia a tutte le Regioni e ai Ministri Bellanova, Costa e Lamorgese, si chiede non solo di consentire la caccia senza limitazioni in zona arancione ma anche in zona rossa e a questo noi ci allineiamo. Fa sorridere che per vedere un comunicato congiunto delle associazioni venatorie rivolto alla Regione Toscana si sia dovuto aspettare l’opera della Cabina di Regia Nazionale, mentre Federcaccia e Anuu della Toscana riescono solo a rifiutare i nostri inviti all’unità e alla collaborazione e, con queste fughe in avanti, a dividere e indebolire i cacciatori toscani. Ci stupisce, inoltre, che di queste manovre si renda complice la politica, che dovrebbe confrontarsi con la totalità dei soggetti che rappresentano la nostra categoria e non con chi, dichiarazioni roboanti a parte, ne rappresenta si e no la metà. Noi ci siamo immediatamente messi a disposizione e abbiamo più volte cercato il dialogo. Al momento non abbiamo avuto nessuna risposta e la cosa sta cominciando ad assumere aspetti davvero grotteschi. Noi al momento ribadiamo la nostra disponibilità ma sollecitiamo una risposta da parte dell’Assessore, è inaccettabile che le nostre mail restino senza risposta mentre si trova il tempo per incontrare soggetti non riconosciuti, che non hanno nemmeno il diritto di sedere ai tavoli istituzionali.

 

Arci Caccia Toscana, Enalcaccia Toscana, Italcaccia Toscana, Liberacaccia Toscana

Alleghiamo la lettera della Cabina di Regia delle Associazioni Venatorie Nazionali

Normative

Ambiente

Enogastronomia

Attrezzatura