Martedì, 14 Novembre 2017 00:00

PIEMONTE: 5 STELLE ATTACCA IL PD SULLA CACCIA

Scritto da  Redazione Cacciando
La decisione di sospendere l'attività venatoria in ampie porzioni del territorio torinese e cuneese colpito dagli incendi sta spaccando la politica piemontese.
La delibera dell'assessore Ferrero aveva colpito alcuni comprensori alpini e ambiti di caccia delle provincie di Torino e Cuneo, vietando la caccia in alcuni di essi sino al 10 novembre (CATO2, CATO4, ATC TO3, ATC TO2, ATC TO1),  e in altri sino al 30 novembre (CATO1, CATO3, CATO5, CACN2, CACN4).
Erano poi arrivate le tanto attese piogge e così associazioni venatorie e una parte del mondo agricolo, la CIA, avevano chiesto la revoca del provvedimento regionale; si era anche espressa la Città Metropolitana di Torino, dove un'ordine del giorno presentato da centrodestra e centrosinistra uniti era passato, a dispetto dei Cinquestelle.
Ora è proprio Cinquestelle a scendere in campo, con due consiglieri regionali che attaccano il PD accusandolo di ambiguità.
Queste le dichiarazioni dei consiglieri grillini Bertola e Frediani, apparse su "Torino Oggi":
"Fin dall'inizio abbiamo chiesto di sospendere la caccia almeno fine alla fine della stagione, e su aree più ampie rispetto a quelle colpite dagli incendi. Bene quindi che la Giunta regionale, come apprendiamo da una comunicazione da parte dell’assessore Ferrero, stia per emettere un nuovo provvedimento volto a migliorare la situazione nei territori colpiti. Verrà chiusa infatti la stagione venatoria in aree decisamente più ampie di quelle colpite dagli incendi. 
Nel caso della Provincia di Cuneo, verrà fatta una vera e propria "palinatura", nel caso della Città Metropolitana le aree riguarderanno il territorio di interi comuni. Su queste aree la chiusura anticipata della caccia è prodromica alla creazione di vere e proprie "oasi di protezione ". Le aree colpite dagli incendi saranno comunque oggetto di divieto di caccia per 10 anni, come da norma nazionale. Notizie positive che non coprono gli errori politici e strategici da parte del PD che strumentalizza una situazione delicata come quella che si è creata nel territorio piemontese dopo gli incendi".
Top
Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie. Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. More details…