Martedì, 04 Ottobre 2016 00:00

Buon compleanno BERETTA

Scritto da 

Tre cerchi  e tre frecce

 

Nel secolo sesto del primo millenio

viveva un uomo di limpido genio,

tra valli già ricche di vene ferrose

produsse dell’armi pei tempi famose.

 

Beretta faceva di nom il Maestro

a quei di Gardone lui diede gran lustro,

pistole e archibugi di grande fattura,

bombarde e cannoni con somma bravura.

 

Con forge e fornaci servirono i Dogi

che resero loro le glorie e gli elogi,

per mare e terra nemici dei Turchi,

di Francia e Aragona, dei loro monarchi.

 

Cinque i secoli, trascorsi d’allora

Beretta in Val Trompia esiste ancora,

e quindici ormai ne sono seguite

progenie operose e pure unite.

 

Franco e Pietro, di Ugo i due figli,

mandano avanti ancora quei magli,

e nascon da lì pistole e fucili

che più che bell’armi paion monìli.

 

Qual simbol degno d’un vero re,

i cerchi e le frecce in numero tre,

furon create pel grande Vate,

che ai cari amici le ha poi donate.

 

Sian da caccia, difesa o sportive

son tutte armi superlative,

lasciano fiere natia Val Trompia

e poi si fregian dei cerchi d’Olimpia.

 

Il nom di Beretta or varca i confini

come le musiche del sommo Puccini,

gloria per  Brescia e tutta l’Italia

di quelle gran terre è nobile figlia.

 

 

Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…