Menu
RSS

facebooktwitteryoutubehuntingbook

Gestione

Piccola Stanziale: ripartiamo dal basso

di Roberto Mazzoni della Stella Di fronte alla dilagante sfiducia nei confronti delle capacità riproduttive naturali di lepri e fagiani che fare? Certamente non mancano i fautori del ripopolamento ad oltranza. Ormai le politiche faunistiche di tanti Ambiti Territoriali di Caccia si misurano sulla base del numero dei fagiani, i…

Le carenze nella gestione del fagiano

La grave crisi che oggi attanaglia la piccola selvaggina è un problema davvero irrisolvibile? E’ dunque giustificato il crescente ricorso alla selvaggina allevata in cattività? I gravi limiti che caratterizzano la selvaggina allevata giustificano la cosiddetta pronta caccia? Quali che siano le difficoltà ecologiche oggi incontrate da lepri, fagiani, ecc.…

Dati sull’andamento riproduttivo di lepri a fagiani nel 2017 e primi dati sulla riproduzione dei fagiani 2018

Siamo ormai bene inoltrati nella stagione riproduttiva 2018 e le cose, incrociando le dita, sembrano andare abbastanza bene, soprattutto per il fagiano, resta da vedere quanto per la lepre. Primavera e prima parte dell’estate abbastanza umide, ma non eccessivamente piovose: è presumibile che si siano, nel complesso, determinate condizioni ambientali…

La siccità e la piccola selvaggina

Che effetto può avere avuto sulla piccola selvaggina stanziale la tremenda siccità appena conclusa? E’ una domanda alla quale non è per il momento possibile rispondere con dati scientifici alla mano. Si può tuttavia provare a ragionarci sopra sulla base delle conoscenze ed esperienze disponibili, senza con questo avere alcuna…

Ma davvero la starna è spacciata?

Parlare di starna è divenuto sinonimo di perdita di tempo, spreco di denaro, o peggio … Lo scetticismo che circonda questa specie è ormai totale. Effettivamente, nell’attuale situazione, le starne sono diventate un ricordo tanto remoto da rimanere solo nella memoria dei cacciatori più anziani, destinati anch’essi, inevitabilmente, a fare…

Gestione: il Comprensorio Alpino Torino 2

Tra i monti che hanno visto disputarsi i giochi olimpici di Torino 2006 si aprono straordinari territori di caccia, con cime imponenti e ampie valli che ospitano di tutto un po’, dalla tipica fauna alpina sino ad una delle più straordinarie popolazioni d’ungulati d’Europa. Si tratta dell’Alta Val Susa, quella…

Lepre ambiente e siccità

  • Scritto da
Si fa un gran parlare in questa torrida estate del disagio della fauna selvatica. Tuttavia, se c’è un animale al quale la siccità giova, quello è senz’altro la lepre. La lepre essendo un animale originario delle steppe euroasiatiche, si adatta abbastanza bene ad ambienti siccitosi. Ciò che maggiormente danneggia questo…

Il ripopolamento invernale dei fagiani riproduttori

  • Scritto da
Tra le pratiche di ripopolamento più diffuse c’è, senza dubbio, l’immissione a Febbraio dei cosiddetti fagiani riproduttori. E’ un ripopolamento attuato da alcuni Ambiti Territoriali di Caccia ma, non di rado, è autogestito direttamente dai cacciatori, che acquistano per conto proprio questi fagiani e provvedono a liberali nel territorio.Prima di…

Una riflessione in libertà

  A cavallo tra gli anni ’80 e ’90, i censimenti faunistici furono l’argomento di storici convegni dei biologi della selvaggina. A quell’epoca si riteneva, infatti, che i censimenti faunistici fossero lo strumento per innescare una vera e propria rivoluzione culturale capace di educare il mondo venatorio ad una caccia…

Dal ripopolamento all’irradiamento

  • Scritto da
Se si pensa ai costi del cosiddetto ripopolamento, vengono i brividi. E non parliamo dei costi economici bensì di quelli faunistici. Prendiamo quello che a ogni buon conto possiamo ritenere il miglior ripopolamento possibile, quello cioè praticato con animali selvatici di cattura. Innanzitutto, occorre mettere nel conto i guasti provocati…

Normative

Ambiente

Enogastronomia

Attrezzatura