Martedì, 04 Settembre 2018 00:00

CACCIA DI SELEZIONE: L’ ARMA SECONDO MARCO BENECCHI 2° PARTE

Scritto da 

DSC 0024 min

Purtroppo, non permette di replicare il colpo con celerità, cosa che invece potrebbe essere molto utile sul terreno di caccia. La carabina Bolt Action è senz’altro l’arma che più di ogni altra racchiude tutte le caratteristiche necessarie per il buon esito della caccia di selezione. E’ precisa, pratica, maneggevole ed anche bella esteticamente. Ne esistono alcune che costano molto meno di quello che valgono, il loro prezzo è decisamente onesto e le prestazioni più che sufficienti. Quasi tutte le carabine di recente produzione richiedono poche, piccole, ma fondamentali, accuratizzazioni. Un’ arma per potersi definire precisa, senza disturbare i vari MOA, minuti d’angolo eccetera, deve essere in grado di poter piazzare tre colpi in un cerchio di tre centimetri di diametro a cento metri di distanza. Tutte le volte che gli venga richiesta una simile performance, sia in allenamento sia a caccia, deve mantenere la rosata costante nel tempo. in pratica, credetemi, non è facile ottenere un simile risultato, in particolare per un tiratore medio che spara al poligono meno di quaranta colpi l’anno. La precisione della nostra arma dipende fondamentalmente da quattro fattori: dall’incassatura, dal montaggio corretto dell’ottica, dallo scatto e dalla munizione. Se soltanto uno di questi particolari non è ben curato, tutta la precisione dell’arma ne risente. Appena acquistata la carabina, la prima operazione da fare è smontarla nei suoi componenti principali. Una volta separata l’azione dalla calciatura si dovrà procedere con la rimozione di tutti i residui della lavorazione e dell’imballaggio che potrebbero essere rimasti nell’arma. Granuli di polistirolo, pezzetti di cartone, grasso secco o peggio ancora piccoli trucioli metallici o schegge di legno, te li ritrovi in giro anche dopo anni ed anni che usi la carabina. Poi si procede con la registrazione dello scatto. L’ottanta per cento delle carabine attualmente disponibili sul nostro mercato montano degli scatti regolabili, se non sono dotati addirittura di stecher. Con poca fatica è facile personalizzare lo scatto, secondo le proprie esigenze. Un grilletto leggero, sensibile, esente da fastidiosi grattamenti e collassi, incide in modo determinante sulla precisione dell’arma.

DSCF7487 min

Dopo aver lubrificato leggermente le parti inferiori della carabina potrete rimontare la calciatura, facendo molta attenzione nel serrare bene ed in modo uniforme le viti di collegamento, con la speranza che l’incassatura sia abbastanza precisa da non rendere necessario un adattamento con resine epossidiche il cosiddetto Bedding. Se dopo pochi tiri di prova la rosata dovesse prendere una brutta piega, allora è necessario asportare del materiale dalla calciatura, nei punti dove il legno tocca la canna per renderla completamente flottante. Nel caso che dopo questa operazione non si notino miglioramenti, allora sarà necessario procedere con il bedding, ma come ultimo rimedio, perché in questo caso e bene affidare l’arma alle cure di un bravissimo armaiolo con molta esperienza pratica. Il montaggio dell’ottica è un'altra fase importantissima per il buon esito finale. Sono curioso di sapere quante persone conoscono e adoperano, durante il montaggio dell’ottica, la barra pilota, rettificata e di diametro uguale al cannocchiale da montare (1”, 26 mm, 30 mm) e la resina frena filetti. Una volta lessi che un famoso armaiolo-preparatore usa praticare il Bedding agli anelli degli attacchi, ditemi voi a che cosa possa mai servire un lavoro del genere. Utilizzando correttamente una barra pilota non giustifico in alcun modo una simile operazione. Una volta che avrete rimosso i grani che chiudono i fori filettati dove andranno avvitate le basette fisse, dovrete accertarci che siano ben sgrassati, utilizzando una pezzuola imbevuta di solvente. Stesso trattamento va fatto con tutto il corredo di viti dei vostri attacchi. A questo punto avviterete le basi sul castello della carabina dopo aver cosparso le viti con del prodotto frena filetto di tipo medio, reversibile. Continua...

Top