Menu
RSS

facebooktwitteryoutubehuntingbook

Montagna

Caccia di montagna: in forma per la stagione (parte seconda)

Nella prima parte abbiamo parlato dell'importanza della preparazione fisica per affrontare la caccia alpina, e abbiamo chiuso parlando di battiti cardiaci e frequenza allenante, quasi dovessimo diventare atleti. Nel nostro caso il discorso è un po' diverso, perché ovviamente non si chiede così tanto a chi esercita un’attività di pura…

Caccia di montagna: in forma per la stagione (parte prima)

Ogni anno, prima dell’inizio di una nuova stagione venatoria, il cacciatore alpino, sia esso di selezione oppure di tipica fauna alpina, si trova ad affrontare il problema della sua forma fisica, e questo prima di tutto perché l’attività venatoria svolta in alta montagna non è una specialità venatoria tranquilla o…

Dove osano gli stambecchi

L’occasione era ghiotta, una di quelle cui non rinunciare. Eravamo nel CATO4 (Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone), a Usseglio, una piccola borgata della Valle di Viù, nelle Valli di Lanzo, e dove un’interrotta catena di cime alpine fanno da corona a quella piccola regina alpina. Da molto s’aspettava quel…

Mimetismo tra le Nevi

Lo splendore dei colori autunnali è ormai un ricordo; come quello delle corolle dei fiori di primavera ha avuto una durata brevissima. Le cose più belle e delicate, in natura, pagano spesso un grande tributo al Tempo; quasi un monito all'uomo perché rifletta sul suo mistero. Una gelata, una folata…

Il mese della tipica fauna alpina

  • Scritto da
Ottobre è un mese di grandi suggestioni ed emozioni per gli amanti della tipica fauna alpina, infatti si apre  questa magnifica caccia, che riguarda due tetraonidi (gallo forcello e pernice bianca), un fasianide (coturnice)  ed un lagomorfo (lepre variabile). Nel periodo primaverile ed estivo i cacciatori, coordinati dal tecnico faunistico,…

Caprioli in velluto

La vita nel bosco in montagna, d’inverno, è animata da poche creature, poiché molti hanno preferito andarsene in paesi più ospitali, ed altri, per non dover lottare contro condizioni di vita difficili, spesso impossibili, hanno scelto di modificare i loro ritmi biologici, e si godono un sonno profondo fino a…

Camoscio

  Il Re delle vette alpine e dei silenzi. Le più alte vette dell'arco Alpino ospitano, da moltissimi anni, uno dei più affascinanti ungulati della fauna nobile europea, il camoscio delle Alpi, la Rupicapra rupicapra. Viene così denominato per distinguerlo dalle diverse popolazioni europee vissute per secoli isolate: la Rupicapra…

Camosci in inverno

  L’inverno è normalmente considerato il periodo del riposo. La campagna, sotto la coltre di neve, attende di rigenerarsi per essere pronta ad offrire teneri germogli all’arrivo della primavera, cullando e proteggendo i semi dal gelo. La maggior parte degli uccelli hanno scelto latitudini inferiori, alcuni addirittura se ne sono…

Camosci a primavera

La primavera ormai ha segnato, con i suoi toni verdi, i fiori e la luce radiosa tutto il territorio delle nostre Alpi. La vita è tornata a scorrere dappertutto, dalle limpide sorgenti ai rivoli gelidi che si disperdono da sotto le ultime chiazze di neve, che resistono negli angoli freddi…

A caccia di... tracce di Caprioli

La conoscenza della fauna e del suo ambiente è condizione fondamentale per avvicinarsi correttamente alla caccia, direi addirittura che è condizione assolutamente indispensabile per gustarne appieno tutti gli aspetti ed esercitare il prelievo con serietà e consapevolezza. Al di là degli impegni e degli obblighi dei censimenti primaverili, trovare il…

Normative

Ambiente

Enogastronomia

Attrezzatura