Menu
RSS
Roma: gli animalisti scatenano una rissa alla convention di Zingaretti

Roma: gli animalisti scatenano una …

Pubblichiamo questo video...

ARCI CACCIA E ANLC FIRENZE: Ponzio Pilato o i “ladri di Pisa”?

ARCI CACCIA E ANLC FIRENZE: Ponzio …

Occorre fare qualche prec...

ANUU: SONO ARRIVATI I TORDI BOTTACCI

ANUU: SONO ARRIVATI I TORDI BOTTACC…

E così il 9 ottobre sono ...

FIDC MACERATA: APPROFONDIAMO LA PROBLEMATICA DELLA GESTIONE DEL CINGHIALE

FIDC MACERATA: APPROFONDIAMO LA PRO…

Il cinghiale sta espanden...

Bolzano: aperti gli abbattimenti dei cervi nel Parco dello Stelvio

Bolzano: aperti gli abbattimenti de…

I cervi del Parco dello S...

Benelli: Raffaello Be Diamond

Benelli: Raffaello Be Diamond

Il duemiladiciotto, in ...

FIDC PIEMONTE: ALLA REGIONE NON NE VA BENE UNA

FIDC PIEMONTE: ALLA REGIONE NON NE …

Il TAR Piemonte ha blocca...

FEDERCACCIA SARDEGNA: SULLE ULTIME VICENDE DEL CALENDARIO VENATORIO HA PESATO LA POSIZIONE DELL’ASSESSORATO

FEDERCACCIA SARDEGNA: SULLE ULTIME …

Abbiamo difeso lo stesso ...

Calabria:  stanziati 3 milioni per 41 progetti di tutela dell'habitat

Calabria: stanziati 3 milioni per …

“Con orgoglio presentiamo...

FIDC VICENZA: VIA AL MONITORAGGIO AI PASSI

FIDC VICENZA: VIA AL MONITORAGGIO A…

Riprese le operazioni di ...

Prev Next

facebooktwitteryoutubehuntingbook

Barberino Val d’Elsa ospita la prima tappa del Veltro Corrente

Barberino Val d’Elsa ospita la prima tappa del Veltro Corrente

Giunto alla sua 32° edizione, è appena iniziato il percorso a tappe riservato a cani da seguita su lepre più prestigioso della Toscana, per un totale di quattro appuntamenti

Quattro appuntamenti, grande attesa e altrettanta partecipazione: sono questi gli ingredienti vincenti di una manifestazione cinofila che vede ogni anno riunirsi centinaia di segugisti provenienti da tutta Italia per contendersi nei territori toscani l’ambito Trofeo Veltro Corrente, che verrà assegnato al termine della finale di Siena del 25 e 26 febbraio prossimi, nelle tre categorie (singolo, coppie e mute).
Barberino Val d’Elsa, Grosseto, Poggibonsi e Siena sono i territori che ospitano le quattro verifiche zootecniche.
Per ciascuna qualifica ottenuta, viene assegnato un correspettivo punteggio, che va a sommarsi nelle varie tappe.
Il fine settimana appena trascorso ha visto lo svolgimento della prima tappa a Barberino Val d’Elsa (Firenze), organizzata da Yuri d’Onofrio e Fabio Butini.


Indispensabile la collaborazione della Federcaccia fiorentina, delle associazioni venatorie di barberino Val d’Elsa, Tavernelle, Certaldo e Montespertoli, delle riserve di riopopolamento e delle aziende venatorie di Vico e Lilliano.
I territori in cui si è svolta la prova sono quelli tipicamente collinari della Toscana, con una giusta densità di lepri e la presenza di molti ungulati (aspetto, questo, idoneo a testare la correttezza dei cani sugli altri selvatici).
Nella giornata di giovedì hanno gareggiato i segugi in categoria singolo, venerdì le mute e sabato le coppie (a cui era riservato altresì il 12° Memorial Scheggi, assegnato alla migliore coppia della giornata di domenica).


Moltissimi gli appassionati che hanno partecipato a questa prima prova, per un totale di 20 singoli, 25 coppie e 29 mute.
Per la categoria singoli, a contendersi un posto in finale sono i segugi di Butini, Agostini, Cappagli, Campinoti, Di Fabio, Mattei, Montiani, Bartoli, Gorelli, Leoncini, Pali, Pinzuti, Gironi, Tunioli. Nelle mute, gli equipaggi di Cataldi, Apostolico, Bellussi, Bordicchia, Brugnoni, Carradori, Ciccarelli, Donnini, Costantini, De Michelis, Martini, Giglioli, Mastrogiacomo, Maccabei, Montiani, Nizzoli, Martini Quagliotti, Lambertucci-Tarabelli, Pataccini, Rampini, Pelle, Pierelli, Ragnini, Titocci. Nelle coppie, infine, i segugi di Addolorati, Antichi, Butini, Bennati, Carsella, Ceccarini, Cornia, Gorelli, Grella, Magazzini, Mascelloni, Mattei, Montiani, Bartoli, Leoncini, Lupidi, Raspini, Tozzi Carlo e Tozzi Nazzareno.
Il Memorial Massimo Scheggi è stato vinto dalla coppia di segugi italiani Birba e Violino di Enrico Montiani, con la qualifica di eccellente punti 171,5 (giudice Gastone Zani).

Simona Pelliccia

 

 

 

Torna su

Normative

Ambiente

Enogastronomia

Attrezzatura