Menu
RSS
Toscana: il Tar rigetta il ricorso degli animalisti sul Calendario Venatorio

Toscana: il Tar rigetta il ricorso …

Ottime notizie per i cacc...

Roma: gli animalisti scatenano una rissa alla convention di Zingaretti

Roma: gli animalisti scatenano una …

Pubblichiamo questo video...

ARCI CACCIA E ANLC FIRENZE: Ponzio Pilato o i “ladri di Pisa”?

ARCI CACCIA E ANLC FIRENZE: Ponzio …

Occorre fare qualche prec...

ANUU: SONO ARRIVATI I TORDI BOTTACCI

ANUU: SONO ARRIVATI I TORDI BOTTACC…

E così il 9 ottobre sono ...

FIDC MACERATA: APPROFONDIAMO LA PROBLEMATICA DELLA GESTIONE DEL CINGHIALE

FIDC MACERATA: APPROFONDIAMO LA PRO…

Il cinghiale sta espanden...

Bolzano: aperti gli abbattimenti dei cervi nel Parco dello Stelvio

Bolzano: aperti gli abbattimenti de…

I cervi del Parco dello S...

Benelli: Raffaello Be Diamond

Benelli: Raffaello Be Diamond

Il duemiladiciotto, in ...

FIDC PIEMONTE: ALLA REGIONE NON NE VA BENE UNA

FIDC PIEMONTE: ALLA REGIONE NON NE …

Il TAR Piemonte ha blocca...

FEDERCACCIA SARDEGNA: SULLE ULTIME VICENDE DEL CALENDARIO VENATORIO HA PESATO LA POSIZIONE DELL’ASSESSORATO

FEDERCACCIA SARDEGNA: SULLE ULTIME …

Abbiamo difeso lo stesso ...

Calabria:  stanziati 3 milioni per 41 progetti di tutela dell'habitat

Calabria: stanziati 3 milioni per …

“Con orgoglio presentiamo...

Prev Next

facebooktwitteryoutubehuntingbook

Grande coalizione: Attenti al lupo

Grande coalizione: Attenti al lupo

 

In Germania nel dibattito in corso per il programma di Governo CDU-CSU ed SPD per la Grande coalizione è entrato in scena il lupo.

Grande scalpore, anche sulla stampa italiana, per un dibattito che vede le importanti forze politiche, che si candidano al governo del paese, porsi il tema dei danni provocati dal lupo “quando si presenta nei pascoli”.

Non discutiamo il merito ma il metodo, che ci convince anche quale monito all’ipocrisia che si è manifestata da parte delle coalizioni che si presentano alla competizione elettorale nel nostro paese.

Coalizioni che vendono, sui temi della gestione della fauna selvatica, tutto e il contrario di tutto.

Considerare gli elettori un po’ allodole, siano essi procaccia o anticaccia, vegani o patiti della bistecca facile, e usare le promesse come specchietti o zimbelli da richiamo, appartiene purtroppo alla politica italiana che si dichiara moderna.

Noi invidiamo la Germania: stanno discutendo alla luce del sole di contenuti di proposta e di mediazioni di sintesi. Per trovare parole positive (in studio sembrano parolacce) usano l’intelligenza, la critica, anche con un dibattito di massa, indicendo referendum per decidere. La democrazia del confronto è bellissima perché non esclude, include.

In Italia si fa la guerra, una crociata contro il piano di conservazione del lupo.

Nel Bel Paese la fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello stato.

Purtroppo non abbiamo molti statisti che se ne accorgono.

 

Torna su

Normative

Ambiente

Enogastronomia

Attrezzatura