Venerdì, 31 Agosto 2018 00:00

Marche: sul Calendario Venatorio e sulle preaperture interviene l'Assessore

Scritto da 
Rate this item
(0 votes)

Moreno Pieroni: “Calendario venatorio, sintesi di istanze del mondo venatorio, agricolo e ambientalista. La Regione attenta al rispetto di un prelievo sostenibile.”

Nell’imminenza dell’apertura della stagione venatoria 2018/19, con apertura generale il 16 settembre fino al 10 febbraio e le preaperture previste per l’ 1,2,5,8,9,12,13 settembre per alcune specie, l’assessore regionale alla Caccia, Moreno Pieroni, nell’augurare il migliore svolgimento della stagione, ha espresso alcune considerazioni: “Il calendario venatorio 2018/19, che mantiene una struttura ispirata all’equilibrio dei diversi interessi, rappresenta la sintesi di istanze del mondo venatorio, agricolo e ambientalista. Infatti, la Regione ha previsto un orario ridotto di prelievo, per un totale di ore complessive inferiore e con un periodo di riposo nelle ore centrali, quelle più calde, importantissimo per molte specie, a testimonianza dell’attenzione e del rispetto di un prelievo sostenibile e coerente con la normativa.

Anche sulla caccia al cinghiale, abbiamo varato uno strumento di pianificazione innovativo per venire incontro all’ esigenza fondamentale di contenere il problema dei danni alle colture ed agire efficacemente in modo omogeneo su tutto il territorio.”

Si ricorda che la caccia al cinghiale inizia intorno alla metà di ottobre come da calendario con aperture e chiusure differenti secondo le diverse realtà e esigenze del venatorio che , al momento non ha accolto la sospensione delle pre- aperture e che quindi resteranno invariate. Deroghe sono previste anche per la imminente stagione venatoria il prelievo in deroga per le seguenti specie: Storno, Tortora dal collare e Piccione nei Comuni di cui all’apposito calendario e successive integrazioni. Riguardo il prelievo degli ungulati in caccia di selezione è praticata in tutto il territorio regionale secondo i rispettivi calendari; per la specie cinghiale i tempi sono stati notevolmente ampliati. Sono state istituite tutte le Commissioni per l’abilitazione all’esercizio Venatorio con sede provinciale, per evitare disguidi all’aspirante cacciatore, allo stato attuale tutti i candidati sono stati esaminati per consentire loro di poter iniziare l’attività venatoria nella imminente stagione.

Infine, l’assessore Pieroni ribadisce la raccomandazione a tutti i cacciatori di “mantenere la massima attenzione, il rispetto delle norme sulla sicurezza e sulle distanze, la salvaguardia delle colture in atto e la salvaguardia dell’ambiente.”

Read 485 times
Top