Menu
RSS
Toscana: il Tar rigetta il ricorso degli animalisti sul Calendario Venatorio

Toscana: il Tar rigetta il ricorso …

Ottime notizie per i cacc...

Roma: gli animalisti scatenano una rissa alla convention di Zingaretti

Roma: gli animalisti scatenano una …

Pubblichiamo questo video...

ARCI CACCIA E ANLC FIRENZE: Ponzio Pilato o i “ladri di Pisa”?

ARCI CACCIA E ANLC FIRENZE: Ponzio …

Occorre fare qualche prec...

ANUU: SONO ARRIVATI I TORDI BOTTACCI

ANUU: SONO ARRIVATI I TORDI BOTTACC…

E così il 9 ottobre sono ...

FIDC MACERATA: APPROFONDIAMO LA PROBLEMATICA DELLA GESTIONE DEL CINGHIALE

FIDC MACERATA: APPROFONDIAMO LA PRO…

Il cinghiale sta espanden...

Bolzano: aperti gli abbattimenti dei cervi nel Parco dello Stelvio

Bolzano: aperti gli abbattimenti de…

I cervi del Parco dello S...

Benelli: Raffaello Be Diamond

Benelli: Raffaello Be Diamond

Il duemiladiciotto, in ...

FIDC PIEMONTE: ALLA REGIONE NON NE VA BENE UNA

FIDC PIEMONTE: ALLA REGIONE NON NE …

Il TAR Piemonte ha blocca...

FEDERCACCIA SARDEGNA: SULLE ULTIME VICENDE DEL CALENDARIO VENATORIO HA PESATO LA POSIZIONE DELL’ASSESSORATO

FEDERCACCIA SARDEGNA: SULLE ULTIME …

Abbiamo difeso lo stesso ...

Calabria:  stanziati 3 milioni per 41 progetti di tutela dell'habitat

Calabria: stanziati 3 milioni per …

“Con orgoglio presentiamo...

Prev Next

facebooktwitteryoutubehuntingbook

BEVI BIRRA? NIENTE CACCIA

BEVI BIRRA? NIENTE CACCIA
Vai a caccia? E allora non bevi, e così niente più birra o vino per i cacciatori.
Il consiglio di Stato retico, come ci racconta il Corriere del Ticino, ha accettato la revisione della legge sull'arte venatoria ed ora per i cacciatori varrà il limite dell'alcolemia previsto per gli automobilisti; i Grigioni sono il primo cantone svizzero ad agire così.
Lo ha deciso ieri il Gran Consiglio nel primo giorno di dibattimenti sulla revisione della legge cantonale sulla caccia discutendo dell'iniziativa legislativa popolare cantonale "Per una caccia rispettosa della natura ed etica", che i deputati elvetici hanno in parte giudicato nulla e che invitano a bocciare.
Il Governo retico ha mantenuto alcuni punti dell'iniziativa legislativa che era stata depositata il 26 agosto 2014 con 3250 firme valide, tra le quali per l'appunto quella dell'alcolemia massima.
Si tratta, secondo il capo del Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste Mario Cavigelli (PDC), di "...tenere conto delle attese della società e non rimediare a un reale problema: i cacciatori se vogliono portarsi a casa un bel bottino non bevono", ha detto il funzionario davanti ai granconsiglieri. 
Prima di esaminare la legge, il parlamento aveva bocciato l'iniziativa con 112 voti e un'astensione, considerandone validi alcuni ma respingendone altri come  . Ne aveva ritenuto validi vari aspetti, ma ne ha pure respinti altri come la richiesta che nelle autorità responsabili del settore venatorio siano rappresentati in modo identico cacciatori e protettori degli animali, ritenuto "incompatibile con il diritto federale". 
L'iniziativa legislativa chiede l'abolizione della caccia speciale e di quella di tutti i volatili andando ben oltre a quella presentata nell'agosto 2013 con 10'000 firme popolari e mirava esclusivamente a vietare la caccia speciale. Questo testo chiede che nel canton Grigioni non siano più autorizzate campagne venatorie straordinarie. 
La caccia speciale è già stata combattuta senza risultato in passato.
 
Torna su

Normative

Ambiente

Enogastronomia

Attrezzatura