Sabato, 04 Marzo 2017 00:00

LUPI: DIETRO FRONT DELLA NORVEGIA

Scritto da  Redazione
Di lupi si parla ormai in tutta Europa, non solo in Italia dove impazzano polemiche continue, ed anche il Governo di Oslo ha riaperto il dossier, ritornando clamorosamente su recenti decisioni.
I fatti: la scorsa estate era stato dato l’annuncio che in Norvegia si sarebbero potuti abbattere sino a 47 lupi, ma ciò che aveva fatto scalpore è il fatto che le presenze stimate fossero di soli 65/68 esemplari su un territorio di 385.199 km² contro i 301.340 dell’Italia, abitato da una popolazione dodici volte inferiore.
In verità a questi andrebbero aggiunti alcuni sparuti branchi transfrontalieri con la Svezia, circa 25 animali, ma tutto ciò la dice lunga sul livello d’allarme che la presenza dei lupi ha sulle comunità norvegesi, dove agricoltori, proprietari terrieri, allevatori, ma anche i cacciatori, hanno un gran peso.
Sta di fatto che si trattava di circa il 70% della popolazione stabile, con in più l’intenzione di mantenerne strettamente sotto controllo la crescita, in modo da non avere mai più di quattro/sei branchi sul territorio, e di questi tre esclusivamente norvegesi.
Le proteste da parte del mondo animalista ed ambientalista furono immediate, tanto più in una nazione da sempre considerata pacifista ed ecologista, e così, per decise del governo di destra il numero dei lupi che potevano essere legittimamente cacciati scese a soli 15, un terzo del numero originario.
Ora il voltafaccia, con il ministro del Clima e dell'ambiente Vidar Helgesen che ha presentato un progetto di legge che ne consente l'ulteriore abbattimento per motivi "tra gli altri anche di natura ricreativa e culturale" nelle zone in cui la presenza dei lupi è tollerata. Ad oggi in tali zone era permessa la caccia solo a lupi che potessero rappresentare "un rischio potenziale": la nuova proposta consentirebbe invece di cacciarne "un piccolo numero", espressione totalmente arbitraria secondo gli ambientalisti. 
Il 3 marzo il Parlamento ha votato il nuovo provvedimento, chiedendo al Governo di rivedere la proposta; ora si potranno abbattere più lupi, e la stagione di caccia in Norvegia chiude a fine Marzo.
Il WWF norvegese ha emesso un durissimo comunicato a firma Nina Jensen.
(fonte AFP News)
Top