Venerdì, 28 Luglio 2017 00:00

Berlato: I DANNI PROVOCATI DALLA FAUNA SELVATICA PROTETTA VERRANNO PAGATI DALLA COLLETTIVITÀ E NON PIÙ SOLO DAI CACCIATORI.

Scritto da 


Con l’approvazione del PDL 25 “ Disposizioni per l’adempimento degli obblighi della Regione del Veneto derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea” il Consiglio regionale del Veneto ha approvato anche un emendamento voluto da Sergio Berlato, Presidente della terza Commissione consigliare, che sancisce che i danni provocati dalla fauna selvatica protetta su tutto il territorio regionale saranno pagati dalla collettività e non più dal fondo alimentato dalle tasse di concessione regionale pagate i cacciatori.
- Abbiamo finalmente corretto un’anomalia e cancellato una palese ingiustizia - ha commentato Sergio Berlato - che prevedeva finora che tutti i danni provocati dalla fauna selvatica in Veneto, sia essa cacciabile che protetta, fossero pagati attingendo ad un fondo alimentato dalle tasse di concessione regionale pagate annualmente dai cacciatori del Veneto.
- Con l’approvazione dell’emendamento che ho richiesto come Presidente della terza Commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto - ha precisato Sergio Berlato - se la collettività vorrà privilegiare la protezione di alcune specie dannose, all’esigenza della tutela delle colture agricole e della salvaguardia del territorio, dovrà accollarsi anche l’onere di pagare i danni dalle stesse provocate. Siamo sicuri che questa diversa situazione venutasi a creare in Veneto a seguito della approvazione di questo importante emendamento - ha chiarito Sergio Berlato - renderà più sensibili sia le istituzioni che la opinione pubblica sulla necessità di contenere la espansione di alcune specie di fauna selvatica dannose con azioni preventive miranti a garantire un adeguato equilibrio tra presenza di fauna selvatica e le esigenze delle attività produttive e del territorio.-
Ufficio stampa Sergio Berlato
Presidente della terza Commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto

Venezia, li 28 luglio 2017

Top