Domenica, 13 Agosto 2017 00:00

Abbattuta l'orsa che attaccò e ferì un uomo

Scritto da  Redazione Cacciando
Ieri sera l’orsa KJ2 è stata uccisa nella zona del Bondone, sopra Trento.
L’abbattimento è stato effeettuato  dagli agenti del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento a seguito dell’ordinanza emessa dal presidente della Provincia per garantire la sicurezza delle persone. 
L'orsa era stata identificata a mezzo di analisi genetica precedente. Il 22 luglio scorso, KJ2 femmina di circa 14 anni nata da Kirka e Joze, aveva attaccato un uomo di 69 anni a Terlago. Attualmente in provincia di Trento ci sono circa 50 orsi. 
Proteste da parte della LAV, Lega anti vivisezione,  che nei giorni scorsi aveva inviato una diffida diretta al presidente della Provincia autonoma denunciando l’illegalità del provvedimento, ma il Presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi, replica così: "Meglio questo che un bambino ferito". 
"Non siamo qui a gioire per l’abbattimento" continua Rossi, " ma meglio commentare questo tipo di soluzione che qualcosa di ben più grave. Se questo esemplare in questi giorni avesse ferito un bambino o una famiglia con bambini saremo sicuramente a commentare qualcosa di diverso. Si è trattato tratta di un esemplare recidivo, pericoloso per l’uomo e resosi protagonista del ferimento di due persone. Credo che l’abbattimento sia stato necessario". 
 
Top