Menu
RSS
Roma: gli animalisti scatenano una rissa alla convention di Zingaretti

Roma: gli animalisti scatenano una …

Pubblichiamo questo video...

ARCI CACCIA E ANLC FIRENZE: Ponzio Pilato o i “ladri di Pisa”?

ARCI CACCIA E ANLC FIRENZE: Ponzio …

Occorre fare qualche prec...

ANUU: SONO ARRIVATI I TORDI BOTTACCI

ANUU: SONO ARRIVATI I TORDI BOTTACC…

E così il 9 ottobre sono ...

FIDC MACERATA: APPROFONDIAMO LA PROBLEMATICA DELLA GESTIONE DEL CINGHIALE

FIDC MACERATA: APPROFONDIAMO LA PRO…

Il cinghiale sta espanden...

Bolzano: aperti gli abbattimenti dei cervi nel Parco dello Stelvio

Bolzano: aperti gli abbattimenti de…

I cervi del Parco dello S...

Benelli: Raffaello Be Diamond

Benelli: Raffaello Be Diamond

Il duemiladiciotto, in ...

FIDC PIEMONTE: ALLA REGIONE NON NE VA BENE UNA

FIDC PIEMONTE: ALLA REGIONE NON NE …

Il TAR Piemonte ha blocca...

FEDERCACCIA SARDEGNA: SULLE ULTIME VICENDE DEL CALENDARIO VENATORIO HA PESATO LA POSIZIONE DELL’ASSESSORATO

FEDERCACCIA SARDEGNA: SULLE ULTIME …

Abbiamo difeso lo stesso ...

Calabria:  stanziati 3 milioni per 41 progetti di tutela dell'habitat

Calabria: stanziati 3 milioni per …

“Con orgoglio presentiamo...

FIDC VICENZA: VIA AL MONITORAGGIO AI PASSI

FIDC VICENZA: VIA AL MONITORAGGIO A…

Riprese le operazioni di ...

Prev Next

facebooktwitteryoutubehuntingbook

LUPI: TRENTO SI RIVOLGE ALL'EUROPA

LUPI: TRENTO SI RIVOLGE ALL'EUROPA
Da Roma arriva il no alla richiesta di abbattere i lupi problematici, e così la Provincia di Trento, intende rivolgersi all'Europa.
"Ci rivolgeremo a Bruxelles" dichiara il presidente Ugo Rossi, " L'Europa ci deve dare ascolto sulla gestione di questa particolare fauna. I nostri allevatori sono preoccupati ma chi, oggi, sparasse ad un lupo verrebbe arrestato."
Ad aiutare i trentini il collega bolzanino, l'assessore Arnold Schuler,  che ha proposto di creare un asse con Bolzano, Aosta e la Toscana, zone in cui vi sono forti preoccupazioni la presenza e le continue predazioni dei lupi.
Il 14 settembre la commissione Ambiente ed energia della Conferenza Stato Regioni aveva respinto la richiesta di deroghe al regime di protezione della specie, escludendo la possibilità nei due anni successivi all'approvazione del Piano lupo di valutare deroghe al regime di protezione della specie, e dunque autorizzare gli abbattimenti. 
Trento però non si arrende, e così l’assessore provinciale Michele Dallapiccola ha scritto al ministro per l'ambiente Gian Luca Gallettti chiedendo flessibilità, ed un'analisi più completa e precisa della diffusione sul territorio dei lupi, contestando i dati forniti da chi effettua il monitoraggio della specie.
L’assessore Schuler è perentorio: "Non sono molte le Regioni che premono per avere nuove regole per intervenire nei casi più critici. E con queste Regioni dobbiamo fare squadra per riuscire a farci ascoltare dal ministero. Non mi aspettavo una risposta diversa dalla commissione Ambiente. Puntiamo ad essere ascoltati dalla commissione Agricoltura, che meglio comprende le difficoltà di chi vive in montagna. Ho parlato a lungo con il collega assessore della Toscana: hanno 600 lupi, che iniziano a entrare nei Paesi. Con Trento, la Toscana e Aosta dobbiamo fare pressing sul ministero. È una storia infinita. Si parla di lupi da 15 anni e non si riesce a venirne a capo". 
Intanto continuano le predazioni.
Torna su

Normative

Ambiente

Enogastronomia

Attrezzatura