Mercoledì, 12 Settembre 2018 00:00

Toscana: il TAR rigetta il ricorso dell'URCA

Scritto da 

Arriva a conclusione la telenovela sul capriolo in Toscana. Il Tribunale Amministrativo, infatti, ha ritenuto che il ricorso presentato dal Presidente URCA Antonio Drovandi "non risulta assistito da sufficiente “fumus boni iuris, poiché le caratteristiche delle singole zone e la distinzione tra aree vocate e non sono state tenute presenti dall’amministrazione nella determinazione della entità numerica e qualitativa del prelievo per ciascuna delle 540 unità di gestione – avvenuta in conformità al parere ISPRA e non contestata nel presente giudizio – mentre la deroga regionale, rispetto al parere ISPRA, relativa alla tempistica di esecuzione del prelievo, appare corredata da parte dell’Amministrazione di apparato motivazionale adeguato;". Quindi tornano cacciabili femmina e piccolo di capriolo nelle modalità previste dalla delibera della Regione.

https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/cdsintra/AmministrazionePortale/DocumentViewer/index.html?ddocname=UDKUWVNFRGTUMKCOL3BXH4RYBQ&q=CAPRIOLO

 

Top