Menu
RSS
Toscana: il Tar rigetta il ricorso degli animalisti sul Calendario Venatorio

Toscana: il Tar rigetta il ricorso …

Ottime notizie per i cacc...

Roma: gli animalisti scatenano una rissa alla convention di Zingaretti

Roma: gli animalisti scatenano una …

Pubblichiamo questo video...

ARCI CACCIA E ANLC FIRENZE: Ponzio Pilato o i “ladri di Pisa”?

ARCI CACCIA E ANLC FIRENZE: Ponzio …

Occorre fare qualche prec...

ANUU: SONO ARRIVATI I TORDI BOTTACCI

ANUU: SONO ARRIVATI I TORDI BOTTACC…

E così il 9 ottobre sono ...

FIDC MACERATA: APPROFONDIAMO LA PROBLEMATICA DELLA GESTIONE DEL CINGHIALE

FIDC MACERATA: APPROFONDIAMO LA PRO…

Il cinghiale sta espanden...

Bolzano: aperti gli abbattimenti dei cervi nel Parco dello Stelvio

Bolzano: aperti gli abbattimenti de…

I cervi del Parco dello S...

Benelli: Raffaello Be Diamond

Benelli: Raffaello Be Diamond

Il duemiladiciotto, in ...

FIDC PIEMONTE: ALLA REGIONE NON NE VA BENE UNA

FIDC PIEMONTE: ALLA REGIONE NON NE …

Il TAR Piemonte ha blocca...

FEDERCACCIA SARDEGNA: SULLE ULTIME VICENDE DEL CALENDARIO VENATORIO HA PESATO LA POSIZIONE DELL’ASSESSORATO

FEDERCACCIA SARDEGNA: SULLE ULTIME …

Abbiamo difeso lo stesso ...

Calabria:  stanziati 3 milioni per 41 progetti di tutela dell'habitat

Calabria: stanziati 3 milioni per …

“Con orgoglio presentiamo...

Prev Next

facebooktwitteryoutubehuntingbook

Legambiente scrive all'Isvap

E’ ancora polemica sugli incidenti venatori, malgrado la stagione 2012-2013 sia ormai praticamente ovunque terminata o, comunque, molto prossima al termine. Legambiente, infatti, annuncia di aver scritto all'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni per sollecitarne l'intervento «In merito a un pieghevole della Itas Assicurazioni che propone polizze per "battitori uso caccia" a copertura di soggetti a partire dei 14 anni di età». Nella lettera firmata dal presidente nazionale del Cigno Verde, Vittorio Cogliati Dezza, si legge: «Una copertura assicurativa  che potrebbe incentivare e agevolare l'uso di "battitori" di minore età, in assoluto spregio alle norme generali in tema di caccia e che costituisce un'agevolazione alla commissione di fatti di assoluta pericolosità per l'incolumità delle persone, in particolare minorenni, che potrebbero essere utilizzate in rischiose battute di caccia». Per questo Legambiente si rimette all'autorità e all'attenzione dell'istituto affinché «la presunta situazione di illecito venga eliminata, previa verifica della regolarità della contrattualistica proposta da Itas Assicurazioni e citata nel pieghevole».

 

 

Torna su

Normative

Ambiente

Enogastronomia

Attrezzatura