Lunedì, 28 Gennaio 2013 00:00

Beretta: un nome, una lunga storia, una leggenda internazionale

Scritto da  Romano Pesenti

 

Lungi da me il parlare di armi o di quant’altro sull’argomento, ma da Bibliofilo, mi piace, però, puntualizzare e riportare,per avvalorarne l’importanza, quanto è stato scritto su una delle più antiche aziende industriali e, al contempo, sulla più antica fabbrica d’armi del mondo, la: Pietro Beretta S.p.A. di Gardone Valtrompia.

 

Fino al 1978, la sua data di fondazione, basata su ricerche svolte nell’Ottocento, veniva considerata l’anno 1680, ma scoperte recentemente fatte nell’Archivio di Stato di Venezia, ed in seguito ad elaborazioni su documenti molto antichi, la data viene spostata verso il 1530.

 

Bartolomeo Beretta, come affermano gli Autori del libro qui sotto postato, era sicuramente nato prima del 1498 e già allora veniva considerato “maestro da canne” a Gardone, in quei tempi appartenente alla Repubblica di Venezia e,  con suo figlio Giovannino, la tradizione dell’attività di armaioli venne tramandata, attraverso le dieci generazioni successive, fino ai giorni nostri.

 

La storia di questa evoluzione viene raccontata nel libro :

 

  • BERETTA, la dinastia industriale più antica al mondo – edito nel 1980 da Acquafresca Editrice di Chiasso.
  • Autori Marco Morin e Robert Held, in 4 grande di pag.284 riccamente illustrate con antiche incisioni, quadri di pittori famosi a colori e in b.n., disegni di armi antiche e moderne, copie di documenti, descrizioni delle armi Beretta e preziose notizie sulla storia di questa importante Azienda d’Armi italiana.

 

Chi sono gli Autori ?

 

Marco Morin, nato a Verona nel 1938 ha scritto più di 150 saggi sulla storia militare e navale, svolge da più anni ricerche negli archivi della Repubblica Veneta ed è una rispettata autorità nel settore delle armi moderne, scrivendo articoli sulle riviste più importanti del tema, collaborando per queste armi nella ricca e completa pubblicazione della Enciclopedia Ragionata delle Armi.

 

Robert Held. Classe 1927,nato a New York, è uno dei più grandi esperti di armi al mondo ed ha pubblicato centinaia di articoli sull’argomento sulle maggiori riviste europee ed americane ed ha pubblicato diversi libri – alcuni tradotti in lingua italiana- come: “ La Storia delle Armi da Fuoco” e “Rassegna di 162 Armi Antiche ed Oggetti Attinenti “. E’ il redattore-produttore di Riviste americane di Armi (Art, Arms and Armor Annual )

 

 

 

Altro libro importantissimo sulla Storia delle BERETTA è :

 

  • IL MONDO BERETTA- Una Leggenda Internazionale – di R.L.Wilson, edito nel 2001 dalla Sperling & Kupfer Editori, rilegato in 8 oblungo (formato italiano), di 372 pagine ricche di fotografie di Peter Beard e di Mauro Pezzotta.

 

Il bellissimo libro è dedicato “Alle migliaia di provetti artigiani e operai e ai dirigenti e impiegati  di talento il cui ingegno ha fatto di Gardone e della Val Trompia una leggenda internazionale; e all’unica famiglia che ha guidato le attività della Beretta attraverso i secoli.

 

Sottofirmata in corsivo da Gussalli  Beretta con : “ In ricordo dei nostri 475 anni “

 

R.L Wilson, americano del Connecticut,dove vive e che spesso viene  in Italia,visitò per la prima volta la Beretta nel 1960 e, da allora, è stato più di novanta volte a Gardone. Da esperto di armi antiche e moderne, entusiasta della fabbrica della Beretta,dopo profondi studi sulla sua storia tramite ricerche e profonde letture dei documenti, scrive e dedica questo splendido libro ai lettori italiani e alla Fabbrica, al fine di illustrarne la storia con una analisi profonda e ricca di particolari,  con descrizioni aggiornate sulla totale produzione  della Beretta, fino ai tempi delle pistole fabbricate per la Polizia americana.

 

Dedica alcune interessanti  pagine all’autovettura che un  Beretta (Pier Giuseppe), terminata la seconda guerra mondiale, con l’industriale Benelli (motociclette) e con il Conte Luigi di Castelbarco, possidente,  progettarono: la BBC, con motore bicilindrico di 750 cc, a trazione anteriore carrozzata dai Fratelli Rosso di Torino.

Per quanto il progetto fosse innovativo, diversi fattori si allearono per determinarne poi il fallimento, grazie anche agli alti costi di costruzione per due industriali non attrezzati con linee di produzione per quel prodotto; non ultima, incise la concorrenza di un’altra fabbrica italiana tanto importante come la FIAT.

Di fronte a queste difficoltà, i tre soci, saggiamente, decisero di lasciar cadere definitivamente il progetto BBC.

Il libro riporta l’immagine di un disegno con la macchina che fu di contorno  a un articolo scritto su un giornale, che nel titolo riportava: “La BBC.una cartuccia che Beretta non sparò mai”.

 

Alla fine del libro l’Autore descrive tutti i Marchi e Contrassegni che vengono riportati sulle Armi Beretta ed elenca Titoli ed Attestati di merito attribuiti negli anni alla Fabbrica d’Armi Pietro Beretta, non dimenticando in appendice i Cataloghi Beretta dal 1881 agli anni ’50.

 

 

Che dire di più ? Chi è cacciatore ed è senza un Beretta in casa ... scagli la prima pietra !

 

Un Nome, una lunga Storia, una Leggenda internazionale.

 

Top